Dal 2016, all’interno delle manifestazioni del Carnevale di Acireale, la Fondazione ha aperto le porte ad un ulteriore ed importante sfilata/concorso, che si aggiunge a quella dei carri in cartapesta e delle macchine infiorate, che ha come protagoniste le cosiddette maschere isolate. Il concorso, apprezzatissimo dalla città, è stato considerato sin dalla sua prima edizione l’anima motrice di tutte le rappresentazioni carnevalesche, in quanto ha dato voce e spazio ai giovanissimi talenti ancora in erba ma che grazie all’esperienza acquisita sul campo, rappresenteranno domani i protagonisti delle sfilate maggiori. Anche in questo caso i temi trattati sono tra i più vari: dalla satira politica a quelli riguardanti i fatti di cronaca maggiormente in rilievo. Già esempi concreti della crescita di questo concorso, hanno visto i 5 partecipanti al concorso delle maschere isolate del 2016 diventare 8 nel 2017 ed 11 nel 2018, ed i vincitori delle due scorse edizioni apprezzati ed invitati ad altre manifestazioni carnevalesche nella regione Siciliana o addirittura già protagonisti nel 2018 della sfilata dei carri in cartapesta della categoria B. La bravura e maestria dei giovani carristi è stata apprezzata ed incoraggiata da tutti ed in particolar modo dalla giuria delle precedenti edizioni del carnevale che ha visto concretizzarsi, in maniera lungimirante, in questi giovani artisti un tassello fondamentale per il grande futuro del carnevale di Acireale.

LA FUCINA DEI GIOVANI

CONCORSO MASCHERE ISOLATE 2021
GRADUATORIA

1° Posto – Riccardo e Mario Riolo
“se puoi sognarlo puoi farlo”

2° Posto – Gianluca Drago e Angelo Granata
“alla ricerca del farmaco perduto”

3° Posto – Christian Vasta e Vera D’Agata
“scacco matto”

4° Posto – Alberto Siracusa
“è tempo di scherzare…fate spazio a re carnevale”

5° Posto – Cataldo Sardo e Licia Scalia
“emissioni zero (il futuro)”

Sardo Cataldo e Licia Scalia

read more

Gianluca Drago e Angelo Granata

read more

Alberto Siracusa

read more

Riccardo Riolo – Mario Riolo

read more

Christian Antonio Vasta e Vera D’Agata

read more